Castello di Trani

Il castello di Trani è uno degli esempi più interessanti di quelle fortificazioni fatte erigere in Puglia da Federico II di Svevia
La costruzione, iniziata nell'anno 1233, fu fondata sulla linea di costa del mare Adriatico per assolvere alla funzione di difesa della città.
Protetto dai bassi fondali di una baia, il monumento conserva l'originaria configurazione a pianta quadrangolare, potenziata da quattro torri quadrate agli spigoli e da un muro di cinta, realizzato nel 1249 su progetto di Filippo Cinardo. Il cortile centrale conserva tracce di una loggia, demolita nel XVI secolo, laddove alcune mensole scolpite, raffiguranti Adamo ed Eva e l'Annunciazione proclamano l'imparzialità della giustizia imperiale nei confronti dei sudditi tranesi, ebrei e cristiani.
Nei primi anni del 1500, a causa dell'affermarsi di nuove armi da sparo, il castello subì notevoli cambiamenti con demolizioni e costruzioni di nuove parti, tra le quali spicca il bastione lanceolato situato sul versante ovest.
Nel 1533 il castello fu adeguato dall'imperatore Carlo V all'impiego delle armi da fuoco fortificando, su progetto dello spagnolo Fernando de Alarcon, il fronte meridionale, ispessito previa demolizione dell'ala medievale, e munendolo di cannoniere; due bastioni - uno a punta di lancia, l'altro a pianta quadrata - innalzati a sud ovest e nord est, garantirono la copertura a fuoco radente dell'intero perimetro del complesso; le due torri meridionali furono abbassate.
Dal 1586 al 1677 fu sede della Sacra Regia Udienza di Terra di Bari e, da metà '800 al 1974 fu utilizzato come sede del carcere giudiziario fino al 1998 quando un lungo intervento di restauro effettuato dalla Soprintendenza per i beni AAAS della Puglia (1979-88) lo ha restituito alla leggibilità e alla fruizione.
Il castello di Trani, inoltre, è famoso per essere stato scelto da Manfredi, figlio di Federico II, come sede per la celebrazione delle sue nozze con Elena d'Epiro avvenute nel 1259; la visita al castello, infatti, è consigliabile soprattutto nel periodo estivo, in occasione della rievocazione storica del matrimonio di Manfredi.

 
Indirizzo: Piazza Castello
Apertura al pubblico: Tutti i giorni dalle ore 08.30 alle 19.30
                                   1 marzo - 30 settembre: dalle ore 10.15 alle 19.45.
Orari visite guidate 10.00, 11.00, 12.00, - 16.30, 17.30, 18,30
Costo del biglietto: Intero 2,00 euro
                                Ridotto 1,00 euro (dai 18 ai 25 anni)
                                Gratuito (fino ai 18 anni e oltre i 65 anni e per alcune categorie)
Per visite guidate per comitive e gruppi studenti tel.  080.5286237 - 080.5286237