Convento di san Domenico

Il complesso sorse ad opera dei Domenicani, all'inizio del Cinquecento, intorno al primo nucleo architettonico costituito dalla chiesa di San Rocco, di cui tuttora resta una statua seicentesca realizzata in pietra dipinta.
Dopo il 1727 la facciata della chiesa è stata totalmente rifatta in pietra e tufo, rimanendo tuttavia incompiuta nella decorazione della porzione superiore. La struttura conventuale è stata ammodernata nell'Ottocento e attualmente ospita l'importante Archivio Biblioteca Museo Civico Biblioteca Comunale.
La chiesa conventuale presenta una preziosa cupola ornata di piastrelle maiolicate ed un campanile tronco realizzato durante il Seicento.
Nella Chiesa, e precisamente all'interno della cappella del Rosario realizzata nel 1750, è possibile ammirare ancora l'originaria decorazione pavimentale in cotto e maiolica e gli altari del Rosario, rivestiti con marmo intarsiato, realizzati da Tronchese nel 1752.