Abbazia Madonna della Scala

L'abbazia benedettina della Madonna della Scala sorge su una collina a pochi Km da Noci, coperta da alberi da frutta, verdi uliveti e da una verdeggiante pineta.
L'Abbazia fu eretta nel 1930 sui terreni della nobildonna Laura Lenti. Sino a quella data infatti su questa collina esisteva soltanto un edificio ottocentesco, "villa Lenti" con un giardino e una attigua chiesetta. Questa, in stile romanico, è ora incorporata nella nuova chiesa e conserva un bellissimo portale dell'XI sec.
L'esterno della nuova chiesa, riproduce, ingrandita, la facciata della chiesina. Si sviluppa a cuspide con archetti pensili, termina con una grande croce. Al centro della facciata si apre il rosone in pietra locale, a doppia raggera. Il portale centrale è costituito da 20 pannelli di bronzo ed è ornato esternamente da croci e fiori. Nella lunetta al di sopra del portale è invece presente un mosaico opera dei mosaicisti vaticani. Anche le due porte laterali sono ornate da due mosaici.
L'interno della chiesa è a tre navate separate tra loro da due serie di colonne. La navata centrale, con volta a botte, termina prima del presbiterio con un grande crocifisso a mosaico. Le navate laterali si sviluppano invece con una volta a croce. Al termine della navata di sinistra si può ammirare il mosaico della madonna della Scala.
Dal piazzale esterno della chiesa è possibile accedere al monastero che presenta un vasto chiostro, cuore di tutto il complesso. Al centro del chiostro si apre un pozzo del XII sec. Il monastero possiede una ricca biblioteca e un archivio contenente documenti risalenti anche al XIII secolo. Nei sotterranei vi sono i locali adibiti al Laboratorio di Restauro del Libro, che svolge la sua attività già dal 1964. Tra le diverse attività a cui si dedicano i monaci è da ricordare un mensile di spiritualità (La Scala) e i libri delle edizioni omonime. L'abbazia è famosa inoltre per la scuola di canto gregoriano, che svogle ogni anno corsi di perfezionamento famosi in tutto il mondo.